Emergenza e partecipazione

Lo stato di emergenza in cui non solo l'Italia si trova in questo momento tocca tutti: scuola, famiglie, lavoratori, disoccupati e imprese. Anche noi.
Noi di Lynx siamo una piccola società, in cui soci e dipendenti hanno gli stessi diritti e gli stessi doveri.
Ci piacerebbe dare il nostro contributo all’emergenza regalando milioni di euro ad un ospedale: non possiamo farlo, non abbiamo utili milionari a fine anno. Come tante aziende del comparto ICT, tutto quello che avanza si investe in ricerca e sviluppo, altrimenti si chiude.
Ci piacerebbe partecipare, come fanno le multinazionali, fornendo servizi gratuiti a milioni di persone: non possiamo farlo. Non abbiamo il personale, le infrastrutture, e non abbiamo un modello freemium per cui una volta che avete provato i nostri servizi gratis fino a luglio, o fino a 100 utenti, passato il limite poi li pagate.
Però una cosa l’abbiamo fatta, e non da oggi: abbiamo messo una parte del nostro software a disposizione di tutti, gratis, aperto, con una licenza GPL. Significa che lo potete scaricare e installare senza nemmeno dirci come vi chiamate e perché vi serve. Lo potete trovare nel nostro repository su Github. Sono vent’anni che facciamo così: usiamo solo software opensource e produciamo solo sofware opensource.
Questo è sempre stato il nostro contributo, e nel nostro piccolo ne siamo fieri.
Buona “smart life” a tutte e tutti.

Le persone di Lynx
19 Marzo 2020