Orlando Furioso

L'Orlando Furioso di Ludovico Ariosto à la Queneau (Cent Mille Miliards de Poèmes)

E ben riconosciuto fu da lei
quella che dagli esperi ai liti eoi
fu de la bella angelica, e per lei
voi sentirete fra i più degni eroi
avea infiniti ed immortal trofei
ricordar quel ruggier, che fu di voi
tanto ch'a quel bisogno se ne serva
poi torni all'uso suo dura e proterva.

Ma parve facilmente a lui possibile
e conoscendo ben che 'l ver gli disse
forse era ver, ma non però credibile
ma la vergogna il cor sì gli trafisse
quel che l'uom vede, amor gli fa invisibile
non voler mai ch'altro elmo lo coprisse
la spada al fianco, e in braccio avea lo scudo
ch'al pallio rosso il villan mezzo ignudo.

Di farmi qui tardar che guadagno hai?
che un calpestio le par che venir senta
disse al pagan: - me sol creduto avrai
ch'invitano a posar chi s'appresenta
se questo avvien perché i fulgenti rai
ivi si corca ed ivi s'addormenta
re sacripante, che non può patire
ecco pel bosco un cavallier venire.

Continua...