Orlando Furioso

L'Orlando Furioso di Ludovico Ariosto à la Queneau (Cent Mille Miliards de Poèmes)

E si pensava dar di mano al freno
l'alto valor d'una gentil donzella
che fu presto al girar come un baleno
dove, poi che rimase la donzella
misero il cavallier se giungea a pieno!
inanzi al caso era salita in sella
insieme van senza sospetto aversi
eran rivali, eran di fé diversi.

E causi il duol che sempre il rode e lima
come vide il cavallo e conobbe esso
cosa non detta in prosa mai, né in rima
me ne sarà però tanto concesso
d'uom che sì saggio era stimato prima
che lasci tanto ben che m'è concesso
s'avea quel re fedel sopra ogni amante
per far al re marsilio e al re agramante.

Il cavalliero in riva al fiume scende
rinaldo, allor crudele, allor ingrato
se gli è amico o nemico non comprende
orlando, che gran tempo innamorato
e di quella aventura il fine attende
in india, in media, in tartaria lasciato
rinaldo a questa, il saracino a quella
dove, poi che rimase la donzella.

Continua...