Inferno

L'Inferno di Dante à la Queneau (Cent Mille Miliards de Poèmes)

Rispuosi lui, «voi non sareste ancora
la bufera infernal, che mai non resta
segando se ne va l'antica prora

Ruppemi l'alto sonno nella testa
prender la lonza alla pelle dipinta
come persona ch'è per forza desta

Sempre in quell'aura sanza tempo tinta
come noi fummo giú nel pozzo scuro
e io ch'avea d'error la testa cinta

Continua...